Convocazione Assemblea SISR, 9 aprile 16 – Norme elettorali

Roma 22 febbraio 2016

Gentile Consocia, Egregio Consocio,

la informiamo che il giorno 9 Aprile 2016 alle ore 11 è indetta l’Assemblea ordinaria dei Soci della Società Italiana di Storia delle religioni presso l’ex Dipartimento di Studi Storico Religiosi, Facoltà di Lettere de La Sapienza Università di Roma, Piazzale A. Moro 5, Aula 1 pianterreno, con il seguente o.d.g.

1)  Comunicazioni del Presidente

2) Comunicazioni del Segretario

3) Comunicazioni del Tesoriere

4) Ammissione di nuovi soci

5)  Varie ed eventuali

6) Votazioni per il rinnovo delle cariche sociali per il quadriennio 2016-2019 in conformità ai deliberati del Consiglio Direttivo e dell’Assemblea dei Soci nelle riunioni del 18 dicembre 2015:

Apertura del seggio h. 15 dell’8 aprile. Chiusura h.18.

(in Aula da indicarsi attraverso apposita segnaletica).

Riapertura 9 aprile h. 11 – 12.30

7) Chiusura del seggio elettorale: 12.30, con immediato inizio dello spoglio delle schede.

Proclamazione attorno alle 13, e comunque appena terminate le operazioni di scrutinio.

Norme elettorali:

Continua a leggere

Call for Papers, SISR Conference 2016

Convegno nazionale Società Italiana di Storia delle Religioni

“La storia delle religioni e la sfida dei pluralismi”

_____

Call for Papers

E’ ora possibile proporre un contributo individuale, attinente alla tematica generale del Convegno:

«LA STORIA DELLE RELIGIONI E LA SFIDA DEI PLURALISMI.

Pur in diverse prospettive e con approcci metodologici talvolta disomogenei, la storia delle religioni si è da sempre occupata dello studio delle religioni al plurale. Tale studio, in Italia, si è rivolto in maniera preponderante alle civiltà e culture del passato, come conseguenza sia del fiorire di scuole e correnti di ricerca, sia di scelte individuali degli studiosi. Nell’età contemporanea, però, la pluralità delle religioni – nei diversi contesti e nelle diverse forme nelle quali viene individuata – appare sempre più come una chiave di volta per la comprensione di più ampi processi culturali e sociali. Di conseguenza, la costruzione di modelli di analisi relativi al pluralismo religioso costituisce una nuova frontiera di lavoro non solo per le scienze sociali, in generale, ma anche per la storia delle religioni, in particolare, che contribuisce quindi a riscrivere una storia delle idee e delle produzioni culturali. La storia delle religioni può dunque applicarsi allo studio della diversità religiosa contemporanea e fornire il proprio apporto specialistico e disciplinare all’analisi di modelli pluralistici attuali, facendosi forte dello sguardo da lontano maturato negli studi sul passato.

Il Convegno pone l’obiettivo di interrogarsi:

1) sul contributo dello studio del passato storico-religioso in rapporto alla società contemporanea;

2) sull’individuazione di prospettive metodologiche e analitiche capaci di giovare a un rinnovamento e a una riformulazione degli studi storico-religiosi in relazione alle complessità del presente;

3) sulle potenzialità di studio e ricerca – o i rischi e pericoli – che risiedano nella sfida della comprensione dei pluralismi;

4) sul modo o i modi in cui il territorio possa rappresentare un contesto da analizzare per intendere le stratificazioni dei simboli religiosi».

 

Si prega di inviare la propria richiesta entro il 20 febbraio p.v. al Comitato organizzativo (prof. A. Saggioro: alessandro.saggioro@uniroma1.it), indicando oltre al titolo anche un breve abstract del contributo.

Prospetto dei Panels

Convegno nazionale Società Italiana di Storia delle Religioni

“La storia delle religioni e la sfida dei pluralismi”

——-

PANELS

Come previsto dalla Call for Panels, ogni  “Panel Aperto” contempla dai 4 agli 8 partecipanti. Per le proposte di contributi, da inserire nei diversi panels, rivolgersi al Referente di ciascun panel.

1. Sergio Botta, Sapienza Università di Roma

PANEL APERTO: A Matter of Class: definizioni, denominazioni e tassonomie religiose in Età moderna

Interventi programmati: 6

2. Cristiana Facchini, Università di Bologna – Max Weber Kolleg, Erfurt

PANEL APERTO: Teorie del pluralismo religioso tra l’età del nazionalismo e il secondo Novecento: storia, problemi, percorsi

Interventi programmati:1

3. Mariangela Monaca, Università di Messina – Chiara O. Tommasi, Università di Pisa

PANEL APERTO: Voci dall’Oriente, voci per l’Oriente: gli imperi crocevia di religioni tra Tardoantico e Medioevo

Interventi programmati: 7

4. Renata Salvarani, Università Europea di Roma

PANEL APERTO: Lo sguardo cristiano sulle religioni e sulla storia delle religioni nel contesto del concilio Vaticano II

Interventi programmati: 3

5. Claudia Santi, Università di Napoli 2

PANEL APERTO: Pluralismi, inclusioni e intolleranze: classicità e tardo antico

Interventi programmati: 7

6. Valerio S. Severino, Sapienza Università di Roma

PANEL APERTO: Altro, totalmente altro, alterità: tematiche del plurale nelle religioni

Interventi programmati: 1

7. Marisa Tortorelli Ghidini – Luca Arcari, Università di Napoli Federico II

PANEL APERTO: Emozioni e pluralismo religioso. ‘Gruppi emozionali’ tra Grecia antica e mondo ellenistico-romano.

Interventi programmati: 2

N.B. In allegato, per ciascun Panel, il file con un abstract dettagliato.

Continua a leggere