Fausto Iannello, Jasconius rivelato.

Fausto Iannello, Jasconius rivelato. Studio comparativo del simbolismo religioso dell’”isola-balena” nella Navigatio sancti Brendani, Edizioni dell’Orso (Biblioteca di studi storico-religiosi 9), Alessandria 2013, pp. XXII + 642, euro 60,00, ISBN 978-88-6274-447-8.

Questo studio costituisce il primo volume monografico consacrato al piscis Jasconius della Navigatio sancti Brendani (celebre capolavoro della letteratura religiosa irlandese risalente all’VIII/IX sec.) e, di conseguenza, al motivo universalmente noto come “isola-balena” (o “isola pesce”), entrambi temi che, per quanto oggetto di contributi più o meno validi già alla fine dell’Ottocento, permangono in uno stato assai nebuloso sul piano della raccolta e della valutazione delle fonti, perciò sul piano interpretativo. L’intento precipuo dello studio è quello di evidenziare l’unicità di Jasconius relativamente agli analoghi suoi modelli o riadattamenti, generatisi pure in tradizioni molto distanti da quel contesto storico-religioso cristiano e celtico nel quale il “grande pesce” brendaniano prese forma e si sviluppò. Dinanzi ad una certa poligenesi storico-geografica e fenomenologica delle funzioni e del simbolismo che si velano nel motivo di Jasconius, si applica un’analisi di tipo comparativo che si articola attraverso l’utilizzazione di diversi, ma complementari, approcci e livelli interpretativi. Tale comparazione, operata nell’ambito del corpus brendaniano e delle tradizioni religiose e letterarie celtiche insulari, nonché, in successione, di motivi e temi analoghi appartenenti ad altri mondi religiosi, permette all’autore di individuare e interpretare innumerevoli fonti in varia misura riconducibili a Jasconius, senza tralasciarne la fortuna lungo i secoli moderni e l’età contemporanea, e, dunque, di fornire una spiegazione sistematica del simbolismo in questione.